CASA, consigli per gli acquisti, COSE DA MAMMA, NEWS/TENDENZE, Senza categoria, shopping, moda, tendenze

Arriva il bebè: culla o lettino?

Quando ho iniziato ad acquistare tutto il necessario per il piccolo in arrivo, mi sono guardata intorno e ho scoperto che, in fatto di nanna, di proposte ce n’erano davvero tante.

Innanzitutto ho scelto di optare per una culla, perché in camera da letto non avrei avuto spazio per un lettino con le sbarre, che invece ho acquistato per arredare la sua cameretta.

Di culle in commercio ce ne sono davvero tante, dalle più classiche alle più moderne, e quindi di tutti i prezzi.

Se siete amanti del vintage, fanno per voi le culle in vimini o in legno, magari adornate con asta e velo coordinato al corredino. Una scelta elegante, romantica e, in alcuni casi decisamente costosa. Possono essere fisse, con le ruote e con o meno la possibilità di “cullare” il bebè.

cullavimini
ph. Pinterest (www.journelles.de) _ un bell’esempio di culla vintage in vimini con velo e ruote.

Se invece al contrario siete dei futuri genitori moderni, le proposte più gettonate sono quelle della culla con lato apribile. Sì avete capito bene: uno dei fianchi della culla, essendo in tessuto, è apribile, in modo da rendere più semplice il passaggio lettone-culla e viceversa per le poppate notturne. La culla, in questo caso, si deve posizionare attaccata al lettone di mamma e papà quindi sarà come dormire insieme, ma ognuno avrà il suo spazio.

Io cosa ho scelto?

Questa è la mia navicella su piedistallo della Cam (ci sono però altre valide marche che propongono il piedistallo per navicelle)

La terza opzione, quella di utilizzare la navicella del TRIO da passeggio. Ho infatti acquistato un TRIO che avesse in dotazione (come spesa aggiuntiva), un piedistallo che mi permettesse di utilizzare la navicella come culla senza portare in camera da letto le anti igieniche ruote. Il caso ha voluto, poi, che G amasse stare nell’ovetto durante le passeggiate (forse perché era talmente piccino da sentirsi più coccolato). Morale? Grazie al piedistallo ho sfruttato (e sfrutto ancora oggi) la navicella del TRIO come non mai!!!!

C’è invece chi sceglie di mettere i propri cuccioli già dentro il lettino con le sbarre sin da subito, optando per un riduttore. Di cosa si tratta? Di una “culla” in gommapiuma da mettere all’interno del lettino. Grazie ad appositi cordini si può attaccare alle sbarre del lettino in modo da fissarlo (non tutti ce li hanno, ma sono ugualmente validi). Si tratta di un accessorio comodo perché facilmente trasportabile (si appiattisce), lavabile e soprattutto economico. Acquistatelo se avete deciso di far dormire il vostro bimbo nella sua cameretta sin da subito o se in camera vostra avete abbastanza spazio per inserire il lettino. Accessorio utile anche per andare in vacanza o per chi ha una seconda casa e vuole un oggetto pratico e leggero da trasportare!

pinterest riduttore
ph. Pinterest (www.prenatal.it) _ riduttore Prenatal

Insomma, di proposte ce ne sono davvero tante, e, se non avete già ereditato una culla da familiari o amici, vi consiglio di informarvi e scegliere la soluzione più adatta a voi.

Nel prossimo post parleremo invece di lettini!

Passo e chiudo!

Un pensiero riguardo “Arriva il bebè: culla o lettino?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...